Archivi tag: Anna Rismondo

10 Febbraio 2014


Radici
Ho radici immerse
nel dolore di un mare
troppo lontano.
 
S’avvolgono al rumore dei carri
alle masserizie accatastate in umida precarietà
ai silenziosi addii dal ponte di una nave.
 
Esuli senza terra
i ricordi tinti di sangue e lacrime
si fissano
nello strazio di un abbandono.
 © Patrizia.M.

 

Intervista ad Anna Rismondo

Il racconto di Anna Rismondo mi è piaciuto molto perchè racconta una pagina di storia in tutta la sua drammaticità ma con un taglio  di narrazione che rende il tutto molto coinvolgente e nello stesso tempo preciso. E’ un racconto che va ad indagare l’aspetto umano di questo tragico evento storico che è quello che a me, interessa di più.
Anche l’introduzione, più prettamente storica risulta interessante e chiarificatrice.

Ho scelto questo testo anche per un motivo sentimentale:  perchè ho conosciuto il papà della signora Anna, maestro nella scuola elementare che anch’io ho frequentato. Non è stato il mio insegnante, ma ricordo bene come invidiavo i suoi alunni…
Ricordo il suono del violino che proveniva dalla sua classe e come m’incantavo a sentirlo suonare durante le recite scolastiche.
Ricordo quando entravo di soppiatto nella sua aula per vedere i terrari sui davanzali, pieni di animaletti vari. E ricordo quando chiedevo a qualche suo alunno di farmi innaffiare le piante al suo posto e lui mi concedeva  (a volte) questo privilegio.
Era avanti anni luce ed eravamo solo alla metà degli anni ’60.