Archivi categoria: Note nell’aria

25 Aprile


Il testamento di Tito


Per male che gli vada


Omaggio


Buon Primo maggio


Provaci tu…


Per non perdere la speranza, mai…


 

 

 

 

Oggi sei tu che comandi
hai parlato, è stabilito
non c’è discussione
la mia gente oggi va
parlando di lato
e lo sguardo basso, vedi

Tu che hai inventato questo stato
e ti sei inventato di inventare
tutta questa oscurità
tu che hai inventato il peccato
ti sei scordato di inventare
il perdono

Malgrado te
domani deve essere
un altro giorno
io ti chiedo
dove ti nasconderai
dall’enorme euforia
come riuscirai a proibire
quando il gallo
insisterà a cantare
all’acqua nuova di sorgere
e alla gente di amarsi
senza fermarsi

Quando arriverà il momento
questa mia sofferenza
me la pagherai con interessi, giuro
tutto questo amore represso
questo grido trattenuto
questa samba al buio

Tu che hai inventato la tristezza
adesso, abbi l’eleganza
di disinventarla
tu pagherai, e il doppio
ogni lacrima versata
in questo mio paese

Malgrado te
domani deve essere
un altro giorno
sono disposto a pagare per vedere
il giardino fiorire
come tu non volevi
sentirai amarezza
vedendo il sole splendere
senza chiederti il permesso
e io morirò dal ridere
perché questo giorno deve arrivare
prima di quanto credi

Malgrado te
domani deve essere
un altro giorno
ti toccherà vedere
il mattino risorgere
e inondare poesia
come ti spiegherai
un cielo rischiarato
all’improvviso, impunemente
come farai a zittire
il nostro coro che canta
davanti a te

Malgrado te
domani deve essere
un altro giorno
non andrà bene per te
(traduzione di Giuliano Lotti)