Matteo Marchesini


Interno poesia

Matteo-Marchesini

Fatti

Il Male è solo quello che va a male.
Ce n’è comunque, ovunque, in ogni caso.
Tutto è emergenza, sì, e tutto è ridicolo

se il cosmo è una questione personale.
Ci si ammala, si muore, il volto è abraso
da tempo, si moltiplica il pericolo

per i prossimi e il fato generale.
Storni l’occhio davanti al cane invaso
dalla rabbia, e lo citi in un articolo:

ti vendichi del Caso universale
sciogliendo nell’Universale il caso
singolo e muto, nella rete il vicolo,

fitte ipotassi in slogan per le scene,
in sinfonia lo strido delle pene
del toro di Falaride Tivù.

Prima non sai, poi sai, poi non sai più
la verità che ti stringe in catene:
che oggi il Male è il microfono del Bene.

da Cronaca senza storia. Poesie 1999-2015 (Elliot, 2016)

View original post

Una risposta a “Matteo Marchesini

  1. Non è facile questa poesia.
    L’ho riletta più volte, e vuole, se ho capito bene, affermare che dobbiamo avere uno sguardo che non generalizza, che siamo spesso invitati, o costretti, dal mondo in cui siamo immersi, a pensare che tutto sia Male, o sia Bene, mentre c’è spazio per tante cose, tante sfumature, tanti angoli…

    Ma non sono sicuro, Patrizia mia, di aver capito bene.
    Comunque, è sempre un piacere leggere una poesia.
    Allieta il cuore, accarezza l’anima.
    E se è complessa, forse è ancora più preziosa, perchè nasconde una perla.
    E se l’hai pubblicata tu, sono certo che la perla brilla.

    Un abbraccio,
    Piero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...