Ricordiamo sempre!


Giorno della memoria e bisogno di scrivere il proprio pensiero. 
Giorno della memoria. Deve esserci, se ne deve parlare: ci sono pagine in versi e in prosa che abbiamo il dovere di leggere, racconti di sopravvissuti che dobbiamo ascoltare, immagini che dobbiamo vedere. Ma non basta…

Sì, è nostro dovere ricordare, oggi più che mai.
Ricordare che ci fu  chi sapeva e fuggì dalla carezza dell’umana pietà preferendo l’arsura dell’ingiustizia.
Non furono pochi, pochi furono coloro che scavarono a mani nude per trovare l’acqua.
Ieri come oggi.

Ricordare un popolo sterminato, ricordare gli zingari, gli omosessuali, gli handicappati, le donne, i bambini.
Ieri come oggi.

Ricordare significa imparare a sentire l’odore di quel germe malefico che corrode le coscienze.

Ieri come oggi.

Si ricorda in questo giorno, giustamente. Si deve fare! Ma passata questa giornata, guardiamoci intorno, annusiamo l’aria e diamo un’occhiata alla nostra coscienza, controlliamo se è davvero intatta.

Qualcosa di poco conosciuto

Il-passato-ritorna-300x225

 

 

 

3 risposte a “Ricordiamo sempre!

  1. Caro Piero, sono d’accordo con quel che dici. Il bene esiste così come esiste il male. E’ nostro compito riconoscere le due piante e dare l’acqua a quella giusta, come tu dici. Oggi lo vediamo com’è il mondo: dovunque ci giriamo vediamo guerre, odio, pregiudizio, sopraffazione. Credo che i grandi disastri nascano sempre da piccoli frammenti che nel tempo si sedimentano, diventando un’enorme massa informe, un bubbone che alla fine esplode. Per questo io guardo a quei frammenti, che sono i più pericolosi. Quei frammenti oggi ci girano intorno nelle parole, nelle idee, nei pensieri, nei gesti che tacciamo di superficialità, quasi scusandoli, alla strgua di leggerezze, del “in fondo non lo dicono , non lo fanno, non lo pensano davvero” E qui sta l’errore.
    Penso a quei commenti che spesso leggo che inneggiano ai forni per questa o quella categoria, per questa o quella persona. Penso al “tu” dato allo straniero che nemmeno conosci e che sancisce una forse non consapevole convinzione della sua inferiorità. Forse non consapevole ma che comunque c’è, e quello è un piccolo germe malefico. Penso ai bambini che ripetono frasi sentite da adulti che vomitano intorno a loro quelle frasi spesso giustificate, ahimè, sottovalutate.
    Penso ai nostri stessi pregiudizi, che bene o male tutti abbiamo anche se poi siamo pronti a riempirci la bocca di belle parole. L’importante è la consapevolezza di averli e cercare di combatterli, di sradicare da noi, ciò che abbiamo assorbito senza quasi accorgercene.
    Ecco, questo volevo dire, un pensiero semplice, forse banale, ma è il mio…
    Tutto qui…
    Grazie come sempre, per la tua presenza e per la tua amicizia.
    Un bacione

  2. Soprattutto in questi giorni molto brutti è necessario esercitare la memoria.
    Tanto è profonda, tanto ci spinge in avanti.
    Ho poche parole, in questi giorni di violenza e sangue in giro dappertutto.
    Pare che nemmeno la memoria basti a imprimere nell’uomo il seme del rispetto per il suo simile.
    Il sangue si sparge in Europa, in Africa, in Asia, in America e in Australia.
    Il sangue cola e sembra che anneghiamo.
    A cosa possiamo aggrapparci?
    Alla memoria?
    Ma non basta.

    Dentro l’uomo è seminata una pianta.
    Attecchisce e fiorisce poco, ma da dei fiori bellissimi.
    Quando ce li troviamo dinanzi non ci sbagliamo, siamo certi, sicuri, che quei fiori sono il bene che, malgrado il male, ha preso piede nell’uomo.
    Non possiamo negarne l’esistenza.
    Ma riusciamo a dimenticarcela.
    Ecco, allora, più che alla memoria del male, penso che dovremmo dedicare questo giorno al ricordo di quel fiore bellissimo.
    Curarcelo e dargli da bere.
    Perchè continui ad attecchire!

    Un carissimo abbraccio,
    Piero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...