Avete imparato


Avete imparato, figlie mie
che il bene richiede coraggio
ma a voi di più
perchè siete donne.

Avete imparato, figlie mie
che il bene richiede forza
ma a voi di più
perchè siete donne.

Ora sapete che non c’è pietà
per chi immerge le mani nel fango
e le pulisce poi sul proprio viso.

Vi rimane lo sguardo triste, colmo di perchè.

Ma avete imparato.

© Patrizia.M.

siria-greta-vanessa-fiumicino-675

Un augurio a Greta e Vanessa: che questa triste esperienza non tolga loro l’entusiasmo e la voglia di operare perchè questo mondo sia, anche solo un po’, meno vergognoso. Ora sapete che chi avete a che fare, anche in patria. Non spaventatevi, vi prego, non lasciate che il male e l’ignoranza abissale che ci circonda, vi oscurino l’anima. Che i vostri giovani visi possano rimanere tali anche quando saranno percorsi dalle rughe dell’età  e rispecchiare ancora la “diversità” che vi rende così belle.

7 risposte a “Avete imparato

  1. Sai Piero, quello che mi ha sconvolto di più in questa storia, è stato leggere certi commenti. Mi chiedo sia possibile arrivare a tanta meschinità e grettezza. Ora, io non voglio discutere su cosa hanno fatto queste ragazze, sui loro errori, sui loro perchè. Sono di oggi notizie contrastanti che fatico a credere e che spero non siano vere. Tuttavia, questo niente toglie alla gravità di quei commenti. Al di là di come stanno le cose. Quelli che li hanno pensati e scritti non diventerebbero per questo, meno imbecilli.

    • Hai letto anche tu, senz’altro, le parole usate dal senatore gasparri, offensive e fasciste.
      Questa è la democrazia, bellezza.
      Tutti possono parlare e dire la loro.
      Sicuri che siamo sulla strada buona?
      Lo so bene che non si può limitare il diritto di parola, ma le idiozie restano idiozie.
      Al senatore, aggiungiamo anche il governatore di Milano ed i suoi amici preti pedofili.
      Viva la famiglia!
      Adesso si capisce perchè mangiavano merende insieme, quando stavano al governo, gasparri, bossi, maroni, etc: per votare a favore della nipote di Mubarak!
      E oggi? Il terribile salvini?
      Offeso perchè gli hanno negato il referendum vietato dalla costituzione.
      Povero bambino, gli hanno tolto il giochetto.
      Ma no, ma no, cucciolotto di papà, adesso ti faranno giocare con il referendum sull’euro: stai lì e aspetta, grullo!
      (Più grulli quelli che firmano però. O forse, pìù polli, pronti a farsi spennare dal primo buontempone che gli chiede una firma per strada. Lo vedi a che serve l’istruzione di massa? Non ti senti un pò colpevole, mia carissima maestra, ad aver allevato polli da batteria?
      Ma non arrabbiarti, per carità. Lo so che tu non c’entri.
      E’ che proprio, in testa agli italiani, un pò di educazione civica non ci vuole entrare!)
      Baci!
      Piero

  2. l’esperienze lasciano tracce profonde non solo sul viso ma in fondo nell’animo, perchè chi conosce il male subito per mano o per bocca di uomini privi di scrupolo, credo che abbia ferite difficili da guarire.
    La tua poesia di amara bellezza, è l’eco delle nostre coscienze (sicuramente della mia) che ammirano il coraggio dei seminatori di pace e non degli ipocriti che giudicano gratuitamente.
    Un caro saluto
    Francesco

  3. L’ha ribloggato su Attingendo memoriee ha commentato:
    Nessuno può giudicare quello che non avrebbe mai il coraggio di affrontare.
    (Grazie Patrizia per questo bellissimo post.)

  4. Mia cara Amica,
    e che dire?
    Meno male che sono tornate vive, non ci avrebbe scommesso nessuno, credo.
    Meno male che il sangue non le ha annegate.
    Avevano occhi terribilmente tristi, anche quando sono scese dall’aereo, stanotte. Non avevano forza, quegli occhi, per sorridere, anche se erano tornate a casa. Avevano la paura, la disperazione, la morte negli occhi.
    Meno male che avranno madri per gli abbracci.
    E meno male che madri avranno ancora figlie da abbracciare.
    Se siano partite per il bene questo non so dirlo. Là, in quell’inferno dove sono andate e dove si erano perse, non so se esiste ancora il bene, se siano demoni feroci a combattersi, se i poveri cristi che muoiono di fame, di stenti, senza casa e senza dignità, siano ormai solo ombre che vagano in cerca dell’oblio.
    Sono andate in cerca dell’inferno ed hanno trovato l’inferno.
    Ora speriamo che trovino un pò di Pace.
    E speriamo che il mondo trovi un pò di Pace.
    Speriamo che le bocche dell’inferno che sembrano essersi spalancate si chiudano presto inghiottendo lo stesso male che pare vogliano vomitarci addosso. Lo stesso male che noi gli vendiamo, le stesse armi, lo stesso sangue.
    Grazie, Patrizia. Non mi aspettavo questi sentimenti.
    Grazie davvero.
    Un abbraccio
    Piero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...