Voglio di più


Un altro grande artista che se ne va,  lasciandoci la sua musica, la sua anima come compagnia… Ricordo un suo concerto di qualche anno fa al Teatro Filarmonico di Verona. Fu una serata in cui le emozioni dominarono incontrastate. Grazie Pino, per tutto la bellezza che ci hai donato.

6 risposte a “Voglio di più

  1. PS. Il riferimento alla sua attività di lavorante del porto appartiene alla mia memoria.
    Vorrei precisarti, che l’ho cercata su google una conferma, ma non l’ho trovata.
    Quindi resta possibilissimo un mio errore!
    Un abbraccio ancora.
    Piero

  2. Io l’ho scoperto tardi, ma l’ho amato da subito. Soprattutto quello dei primi anni. E’ un artista d’atmosfera, nel senso che sa rendere l’emozione in modo immediato e trasportare con i pensieri oltre il reale. E’ un artista che ti prende con la musica e con i testi. Per te è uno di quelli che ti hanno fatto crescere, mi par di capire, forse quello che per me è stato De Andrè. Gli artisti dell’adolescenza e della giovinezza sono quelli che rimangono nel cuore, perchè la loro musica è stata colonna sonora del nostro divenire, ci ha accompagnato, aiutato, sorretto.
    Continuiamo a godere dei loro doni, anche se con un po’ di tristezza nel cuore…
    Ciao Piero, un abbraccione

  3. Purtroppo (o per fortuna) siamo di passaggio, nello stesso modo come è in prestito tutto quello che abbiamo.
    Buona giornata.
    Quarc

  4. Cara Patrizia,
    purtroppo, diciamo così, i concerti più belli, si celebrano in quella sala grande grande lassù.
    Pino Daniele.
    I ricordi miei sono legati a lui in modo molto molto stretto e personale.
    Anni e anni fa, anni per me bui e difficili, di crescita anche dolorosa.
    Ma le sue canzoni mi davano forza, aprivano il cuore ai sentimenti, forse impedivano che le mie radici seccassero e/o inselvatichissero…
    Poi, mi ricordo anche di quando lui, ex scaricatore di porto, cominciava a farsi un nome alle feste dell’Unità.
    Erano i tempi dell’adolescenza mia.
    Tempi che, parte l’età, erano anche tempi di un’epoca che oggi pare infinitamente lontana, nel bene e nel male. Soprattutto nel male, direi.
    Mi è dispiaciuto molto stamattina leggere della sua scomparsa.
    Povero Daniele.
    Era già stato salvato una volta, miracolosamente, dalla medicina, quando il suo cuore pazzo aveva stentato…
    Stavolta non c’è stato niente d a fare.
    Sempre quel maledetto cuore pazzo.
    Ma era quello, quel cuore maledetto, a farlo così caro a me, a noi.
    Un abbraccio,
    Piero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...