Corsi e ricorsi…


Rileggendo le poesie dello zio, ho ritrovato questa. Semplice ma efficace , come sempre… e mi è venuto da pensare a tutte le persone che oggi si ritrovano a dire o a pensare, frasi come queste.
Come vorrei zio, averti ancora qui ed ascoltare il tuo pensiero su questo nostro paese oggi… Come vorrei poterti fare tutte le domande che mi frullano in testa.
Chissà quali sarebbero le tue risposte.
Mai molar per ocio  (Egidio Milinovich)
El scojo a fior de mar ?  El cresse: vedo.
Sta mesa nosa qua no sta più a gala.
Se pol nudar in meso a la nevera ?
Non spero miga “che ‘l me vegni incontro”.
Hm…Vien in amente el Monte de Pietà,
che garantiva la tua dignità
e te lassava intata la speranza
che torni qualche ondada de abondanza.
Nel sono me germolia la speranza,
ma questa no me cariga la panza. 
Me svejo. Devo far la prima spesa:
tacadi xe a le stele tuti i prezi.
La borsa? go impinì la…cinepresa.
Indove posso rimediar i bezi?
Po’, come posso far un preventivo?
Se parto, aumenta el prezo mentre arivo !
No’ steme dir “sarà”, perché non credo.
Ieri era l’ogi e adesso xe ‘l doman…
Perciò xe vero solo quel che vedo.
Non posso più sorbir sto mondo can!

 Traduzione

Mai lasciar perdere 

Lo scoglio a fior d’acqua? Cresce: vedo.
 Questa mezza noce qua non sta più a galla.
 Si può nuotare in mezzo alla tempesta?
Non spero mica che “mi venga incontro”.
Hm…Ci si risovviene del Monte di Pietà,
che garantiva la tua dignità
e ti lasciava intatta la speranza
che tornasse qualche ondata di abbondanza.
 Nel sonno rifiorisce la speranza,
 che però non riempie la pancia.
Mi sveglio: per prima cosa devo fare la spesa:
sono attaccati alle stelle tutti i prezzi.
 La borsa ?…ho riempito la cinepresa.
 Dove posso rimediare i soldi ?
E poi, come posso fare un preventivo?
Se parto, il prezzo aumenta mentre arrivo!
Non ditemi “sarà”, perché non ci credo.
 Ieri era l’oggi e adesso è il domani…
 Perciò è vero solo quel che vedo.
 Non posso più sopportare questo mondo cane.

8 risposte a “Corsi e ricorsi…

  1. ogni volta che leggo di ricordi, mi vengono gli occhi lucidi. Divento parte della storia, provo a vedere con gli occhi di scrive. Quanto preziose sono queste testimonianze diventate storia troppo a lungo ignorata. Ricordiamo.

  2. Il caro vecchio sapore delle cose concrete!
    Parole che avevano il senso pratico dell’uomo, non il parlare a vuoto, lo smuover dell’aria che oggi ha preso il sopravvento!
    Grazie, Pat!
    Un abbraccio, come al solito.
    Piero

  3. Da questo stupendo dialetto per me non c’è bidogno di traduzione anche se nono nato nell’estremo lembo di Calabria!
    Molto pregnante e moderno, attuale il tema trattato nella poesia con la quale ci, mi hai fatto conoscere il tuo grande poeta-nonno. Mi hai fatto venire la nostalgia di fare un salto a trovare i miei amici veneziani che parlano lo stesso dialetto.
    Grazie, Pat, per questa ventata di aria pulita tra tanto inquinamento sociale!
    Un abbraccio. Osv.

    • Grazie Osv. Sono contenta se ti ho fatto venire un po’ di nostalgia (Eh,eh,eh…) Vieni a fare un giro da queste parti…ma aspetta che smetta di piovere o cresceranno le branchie a te… :-))
      Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...