Immagine

Emily Dickinson – 1865


C’era un’Estasi di ogni giorno
A cui distrattamente guardavo
Finché all’improvviso la sentii agitarsi –
Cresceva mentre l’inseguivo

Finché quando vicino a un’Altura
Svanì dal mio sguardo
Accresciuta ben oltre il mio ambito
Imparai a valutare.

100_0321

Una risposta a “Emily Dickinson – 1865

  1. Beh, la tua foto è un pò come un fuoco che arde, una luce che anche un centro di irradiazione…
    E’ vero che Emily dice di aver imparato a valutare…e lo dice parlandone ad un tempo remoto, nella dimensione di un tempo che trascorso e passato… ma io non le credo fino in fondo…
    Perchè lei parla di Estasi, un’estasi con la maiuscola, che cresce, si allarga, si muove e, vicino ad un’Altura che è come un altro mondo, e poi quell’Estasi Maiuscola scompare…
    E come un fantasma, un’utopia, un dio che assomiglia agli dei antichi, che vagano e scompaiono a loro piacimento…
    Ecco forse imparare a valutare è proprio il contrario di ciò che può sembrare il significato della frase: vuol dire più imparare a riconoscere che l’esistenza di un altro mondo, dove le cose materiali scompaiono… il mondo dell’Estasi… che va e viene, non è fissa e si deve valutare perchè è incerta…

    Beh queste sono le mie… valutazioni… un pò rintronate, ma… sono le mie.
    Un abbraccio ed un bacio
    Piero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...