Le parole sono importanti


E’ diventata una moda: prima la sparo e poi chiedo scusa; e la scusa perde il suo vero senso come tutte le cose abusate.  Perde credibilità, perde sincerità e diventa alibi per offendere, calunniare, ferire, alimentando ancora di più la mancanza di rispetto oggi dilagante. Tutto è concesso, possiamo violentare con le parole, tanto poi chiediamo scusa e tutti dimenticano.

Che tristezza…questo svilimento delle parole…

Pensateci ciarlatani mediatici, perchè non ci fate una bella figura. Siete i degni rappresentanti dell’ipocrisia e dell’opportunismo di questa società ormai allo sfascio. Se pensate le vostre mostruosità e le dite, abbiate almeno il coraggio dei vostri pensieri e non  chiedete scusa quando vi accorgete che porteranno danno ai vostri interessi.

Le scuse non cambieranno i vostri pensieri, rimarranno mostruosità e in più esporrete in pubblico la vostra vigliaccheria. Non so quale delle due cose sia peggiore, ma almeno…sceglietene una sola.

P.S. Io comunque, non dimentico.

ipocrisia1

4 risposte a “Le parole sono importanti

  1. Cara Patrizia condivido in pieno il tuo pensiero, proprio ieri nel Diario di facebook ho scritto ciò che penso dei sapienti che nella Rete ogni giorno si sentono in dovere di giudicare tutto e tutti, che non ammettono critiche al loro operato. Forse sono di vecchi stampo, permalosa, ma le buone maniere mi piacciono sempre e difficilmente dimentico l’offesa.
    Saluti carissimi 🙂
    Lucia

  2. Si, penso al sig Barilla.
    Oggi.
    Poi ha chiesto scusa.
    … io non dimentico, no Pat.
    Concordo.

    Ma il tuo post coglie anche altri aspetti dell’oggi.
    Mette paura parlarne.
    E non oso ancora neanche scriverne.
    Per la prima volta sento questo strano sentimento.
    Ma sono vigile, attento.
    Ecco.
    Sono pronto.
    Non dimentico.

    Un abbraccio
    Piero

    PS. Adesso avevo risposto al tuo commento da me.
    Grazie.
    Ti avevo chiesto, in un P.S. se tutto va bene, dato che scrivi così poco.
    Se è una tua scelta, per me è ok.
    Ma, posso dirti che mi manchi (anche se da me ci sei sempre, questo spazio era… nostro comunque)

    • Sì Piero, quello di oggi è solo l’ultimo di una lunghissima serie ed è una cosa che mi fa letteramente imbestialire.
      Il linguaggio e come lo si usa è lo specchio dei nostri comportamenti e infatti oggi cosa vince, se non l’ipocrisia e l0pportunismo più becero?
      Ma quello che più mi fa paura è che questo modo di fare non interessa a nessuno, nessuno lo sottolinea, nessuno lo stigmatizza. E le nuove generazioni si abitueranno anche a questo e perderanno il senso delle parole legate alle azioni, all’etica, al comportamento. E saranno fregate, ancora una volta…

      Per quanto riguarda il blog, ti ringrazio per le tue parole…è solo un periodo di stanca. Non mi viene niente, non riesco a scrivere. Spero che passi, come altre volte è stato,
      Ma se così non fosse, sai che da te passerò sempre…:-))
      Un caro abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...