Pochi anni, molta poesia


Io non commento…sono di parte…
Ma loro sanno cosa penso.

La notte

La notte è come l’ incubo
di un bimbo spaventato
che vola via
con un raggio di sole

(Sofia)

 

LE NUVOLE

Bianca panna montata
che rende deliziosi
i pasti del sole.

(Matilda)

 LA STELLA

Piccolo fiore giallo
equilibrista nello spazio.

(Matilda)

 CIELO STELLATO

Verso sera
cala una nebbia scura
illuminata da piccole lanterne.

(Matilda)

DOMANDE

I papaveri sono rossi come il fuoco
ma stai attento…
sono rossi anche come il sangue
che da una ferita 
ti può uscir.

Le margherite invece
coi petali all’indietro
ed il polline scoperto
sembran pronte all’attacco.

Papaveri rossi e margherite bianche
son disposti in fila,
fiori bianchi contro fiori rossi
faranno la guerra anche loro?
(Filippo)

FOGLIE

C’è un bosco in autunno
tutto colorato
in disordine come scarabocchi.

Tanti colori volati dai rami
come una foresta 
che prende il volo dal cielo.

Una foresta tutta colorata
rosso e arancione
giallo e marrone.

Che spettacolo la natura!
Come se fosse un pittore.

(Filippo)

 

8 risposte a “Pochi anni, molta poesia

  1. bellissime parole per dei piccoli poeti

  2. bellissime parole per di piccoli poeti =)

  3. Vera poesia, e non può non essere così….spontanea e sincera, come solo i bambini sanno essere! Bellissime..grazie di averle condivise.

  4. Bellissimo!!!!!
    Complimenti Pat 🙂
    Cla

  5. I bambini sono veri poeti, o, se vuoi, i poeti sono tutti bambini.
    Biisogna avere un animo puro ed un cuore sgombro, oltre che l’innocenza negli occhi per essere poeti.
    Pochi adulti ci riesscono davvero, invece sono molti i bambini che lo fanno.
    Alcuni dei tuoi piccoli poeti sanno già usare la forma poetica come metafora, per loro è inconsapevole questo uso, ma indica una maturità cognitiva ed espressiva molto elevata.

    E poi, lasciamelo dire: la cosa fondamentale, per loro, è che ci sia qualcuno che li guida sulla strada dell’apprendimento, facendogli conoscere, amare e praticare la via della poesia.
    Non importa tanto partecipare o vincere un premio di poesia, o una gara di metrica.
    Conterà moltissimo, invece, nella loro vita, domani saper vivere con la poesia nel cuore.
    Parole, immagini, gesti, azioni, sono tutto e sono niente: possono essere frutto di occasionali comportamenti, possono essere insignificanti cose che intralciano la strada dei giorni.ùMa quelli che hanno la poesia nel cuore sanno che quelle cose, tutte le cose, azioni, parole, gesti, immagini…. insomma tutto ha una risonanza, un eco che vibra profondo. Coloro che sanno ascoltarlo, penso io, vivono più intensamente la vita, la vivono di più, la assaporano fino in ondo.
    Trovare qualcuno – cioè te, in questo caso – che guida quei bambini su quella strada della vita è una fortuna (per loro, intendo).
    Sono contento che sia così, perchè loro sono anche il domani, e… un domani pieno di poesia è certamente un domani migliore.

    Un bacio a te e, ti chiedo, dai da parte mia anche un bacio a tutti loro!
    Piero

    R. Mi piace di più la seconda: “i poeti son tutti bambini” 🙂
    Concordo con quello che dici Piero, in tanti anni ormai di contatto con i bambini mi sono resa conto che ciò di cui hanno maggiormente bisogno è di vedere le cose con altri occhi. Lo sanno fare istintivamente ma oggi, in particolare, sembrano anche loro “geneticamente modificati” dal mondo che li circonda. Molto spesso hanno atteggiamenti, comportamenti ed anche pensieri che un tempo era impensabile vedere in un bambino. Sono cose che assorbono, proprio perchè bambini, privi ancora degli strumenti per discernere le cose in modo critico. Sono atteggiamenti, comportamenti e pensieri mutuati dal mondo adulto in cui vivono immersi, dai media che propongono loro modelli falsi, spesso dai genitori che seguono loro stessi quei modelli. E ti ritrovi ad avere davanti bambini di 8/9 anni con gusti, comportamenti e pensieri da adolescenti ma incapaci ancor più di un adolescente di comprenderli e quando serve difendersi. contro tutto questo penso sia giusto agire, per ridare l’infanzia a chi bambino ancora è e che sotto molti punti di vista se la vede sottrarre senza averne pienamente goduto.
    Credo che anche questo tipo di esperienza, la poesia, insieme a molto altro ovviamente, possa dare un valido aiuto.
    Grazie per le tue parole e il bacio arriverà a tutti loro, contaci! :-))
    Un bacio anche a te.

  6. Ciao, Patrizia. Sono già bravi codesti allievi! Ma tu sei andata a vedere l’ambientazione della tua “Acqua”. Mi sembra proprio di no!
    Buona serata. Osv

    R. Arrivo! :-))

  7. C’è tutto il candore del’innocenza in questi versi, commoventi e profondi.
    Bravissimi, vi abbraccio tutti 🙂
    Lucia

    R. Cara Lucia…che gioia rileggerti…
    Stringerò i miei bimbi nel tuo abbraccio e tutti insieme ti ringraziamo per le tue parole.
    Ciao collega 😉
    Un grande, grandissimo abbraccio e un sorriso per te

  8. Non occorrono molte parole… soltanto meraviglioso!

    R: grazie Patrizia, a nome dei miei bambini soprattutto. :-))
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...