Soffio


Semplicemente accade

come l’attimo solitario
di un   colibrì

e le stremate fronde

annuiscono ancora
alla mia finestra.

© Patrizia.M.

10 risposte a “Soffio

  1. In queste lunghe, calde, estenuanti giornate d’estate.questi versi li parogono ad un soffio d’aria fresca.Ti confesso che anch’io amo il silenzio ogni giorno di più,mi piace stare con me stessa..
    Un saluto affettuoso 🙂

  2. vedi, Pat, è una fortuna leggere il mondo con gli occhi dell’anima.
    Lo dico nel senso che in queste tue poche parole hai infilato un intero universo.
    Mondi lontani, suggestioni esotiche, la fatica atavica del vivere, la lotta fra eterna contro la forza di gravità, lo spossamento dell’esserci, il rigoglio della vita, la spaurita dolcezza del palpito di un cuore leggero come un colibrì, la leggerezza e la sfida, la vittoria e il prezzo che essa comporta…
    Tutto questo c’è nei tuoi sei versi e molto di più.
    Ma mi ha colpito la semplicità con cui l’hai saputo dire.
    Sai, io amo molto il silenzio, lo sguardo, il pensiero, la riflessione… in n certo senso mi sento un orso, un pò asociale, uno che osserva, insomma, uno che ama guardare, magari cogliendo l’attimo, il dettaglio, che spesso si nascondono in quei silenzi, in quei pensieri un pò assorti, un pò distratti… è come il flusso continuo di una corrente interiore.
    Questo lo dico per me, ma dalle tue 18 parole, 19, se considero anche il titolo, vedo che tu sei uguale e sai condensare il mondo che bevi con i tuoi sensi in maniera davvero intensa, senza perdere una stilla della realtà che hai distillato, lasciando che tutti i profumi, gli aromi, i nutrienti della tua natura fioriscano, ma senza invadere lo spazio ed il mondo.
    E’ questo uno dei tuoi modi di vivere.
    Mi fa piacere poterti leggere, o, se vuoi, si può dire anche altrimenti, mi fa piacere poterti vivere, almeno in questi spazi sul web.
    Un abbraccio
    Piero

    • Caro Piero, ti ringrazio per le parole sempre generose che riservi alle mie piccole cose…e all’aiuto prezioso che mi dai nel capire perchè scrivo certe cose invece che altre, perchè proprio quelle parole lì. Certo, la tua è una lettura personale e soggettiva ma è quello che io cerco da chi legge ciò che scrivo. che mi dica cosa ci ha letto, cosa ci ha sentito, cosa ci vede. Io non so se tutte le belle cose che mi hai detto sono vere o no, se lo sono solo in parte, ma mi serve conoscerle, conoscere il tuo pensiero.
      In quanto all’essere un po’ orso e asociale, beh…posso dire altrettanto di me ed è una cosa questa che si è sviluppata in questi ultimi anni. Non sono mai stata una “caciarona” come si dice, ma mi rendo conto che adesso cerco sempre di più il silenzio e la solitudine. Non so se questo è un bene o un male, come molti affermano. Ma ho sempre di più l’impressione che tutto il fragore di cui ci circondiamo, il divertirsi a tutti i costi, il fare tutti le stesse cose,illasciarsi prendere dal vortice della vita quotidiana senza fermarsi mai, sia un modo per sfuggire a qualcos’altro.
      A questo proposito ti racconto una cosa che mi ha colpito: quando guardo sul pannello di amministrazione le parole più cercate, ebbene, non passa giorno che non ci sia nell’elenco la poesia di Alda Merini “Ho bisogno di silenzio”. Ma la trovo sempre, tutti i santi giorni…insieme a “silenzio”,da non credere… E’ una cosa che mi ha fatto impressione.
      Probabilmente già la conosci ma te la lascio ugualmente. 🙂
      Un abbraccio grande e…grazie ancora…

      Ho bisogno di silenzio
      come te che leggi col pensiero
      non ad alta voce
      il suono della mia stessa voce
      adesso sarebbe rumore
      non parole ma solo rumore fastidioso
      che mi distrae dal pensare.

      Ho bisogno di silenzio
      esco e per strada le solite persone
      che conoscono la mia parlantina

      disorietate dal mio rapido buongiorno
      chissà, forse pensano che ho fretta.

      Invece ho solo bisogno di silenzio
      tanto ho parlato, troppo
      è arrivato il tempo di tacere
      di raccogliere i pensieri
      allegri, tristi, dolci, amari,
      ce ne sono tanti dentro ognuno di noi.

      Gli amici veri, pochi, uno ?
      sanno ascoltare anche il silenzio,
      sanno aspettare, capire.

      Chi di parole da me ne ha avute tante
      e non ne vuole più,
      ha bisogno, come me, di silenzio.

      Alda Merini

  3. Ciao, Pat. Buon pomeriggio. Un abbraccio.

  4. Tornata!
    Come sempre… mi gusto le tue parole evocative che per me hanno il sapore di un buon gelato pistacchio, fragola e cioccolato.
    Buona giornata!

    • Ciao Sarfa. Sono contenta che ciò che leggi abbia per te profumi così piacevoli…
      E’ vero, non scrivo molto in questo periodo…non so perchè…comunque mi fa piacere che mi regali sempre un po’ del tuo tempo e di questo ti ringrazio
      Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...