Sulla spiaggia


Dove parla il vento
s’alzano mulinelli
di sabbia
e i gigli si porgono
al nostro passare

Dove parla il vento
ci sorprende, l’onda bambina

benedicendo i visi
d’innocente sentire .

Dove parla il vento
l’orizzonte  dipinge
muti pensieri
e conduce per mano
anime sole

© Patrizia.M

9 risposte a “Sulla spiaggia

  1. Ciao Patrizia, molto intensi i tuoi versi. Grazie per averli accompagnati con i miei gabbiani in volo. Luigi.

  2. Il vanto parla, cara Patrizia, hai ragione tu.
    E, a chi sa ascoltare le sue parole, racconta storie straordinarie.
    Parla di cose lontane, misteriose, leggere, mulinelli, onde, muti pensieri…
    Chi sa ascoltare il vento sa stare muto, senza interrompere l’intenso discorso che il silenzio instaura con il cuore.
    Si, forse per ascoltare il vento le anime devono saper anche stare da sole, ma lui, il vento, amorevolmente le prende per mano e le conduce con sè…
    A me piacciono molto questi discorsi senza parole.
    Me ne imbevo quando sono libero di andare a passeggio.
    Allora, l’aria che respiro entra dentro di me come un libero vento che mi percorre interamente, dappertutto…
    ed il leggero soffio che le mie narici rilasciano è un lieve affluente del corso del grande vento che diventa monsone…
    E quante cose ci raccontiamo!!!

    Un abbraccio.
    Piero

    • Post scriptum: non te l’ho detto, ma questa tua poesia mi è davvero piaciuta molto, delicata e molto reale, materiale (nel senso di tangibile, di cosa che si può toccare con la meno del pensiero, o del cuore, se vuoi).
      Piero

  3. Cara Patrizia, per stasera ti lascio solo un saluto.
    A presto.
    Piero

  4. « … chi ha visto il vento? Né tu né io; ma quando gli alberi piegano la testa è il vento che passa »
    Christina Rossetti
    quando gli alberi piegano la testa sento che sono vivi come noi, e come noi seguono le leggi della natura, nascono, muoiono e rinascono in un continuo ciclo accompagnati dalle melodie infinite del vento…
    Love
    L

  5. il vento parla un suo linguaggio, che io, moglie di pescatore, ho imparato nel tempo!
    Ogni vento dice qualcosa, ognuno con i suoi suoni e la sua danza.
    A volte è un amico, leggero come la sua brezza, come dici tu, ci conduce per mano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...