1861-2011


Obiurgatio (Mario Luzi)

Non cedere, ti prego
ai tuoi sussulti vomitori
Non rovesciarti addosso la tua storia,
matria insana, non ritorcerla
contro te, matrice
questa tribolata storia
d’indegnità e di splendori

Bagna essa
defluvio diseguale
ugualmente tutti noi
muniti di dolore
battesimale è quel ricorso
non è reversibile di battesimo

Non fare
sì che scoli
come broda e come bava
tra le zanne d’antropoidi digrignanti
Lo puoi?
O sono senza nervo,

neppur vulnerabili
i tuoi arti? In coma il tuo cervello
comanda solo incomposti movimenti?
e basta? solo insensati suoni?

Ricomponiti come sempre fosti

creaturale madre di creature
tu nient’altro.

3 risposte a “1861-2011

  1. Questo accostamento con Luzi non me l’aspettevo. Bell0!!

  2. Sono pienamente d’accordo con te! 🙂
    Ciao!

  3. Grande Luzi, questa è davvero molto bella!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...