Lilith


Tu sei!
Oltre i muri di pietra,

oltre il rimbombo
di voci severe,
primigenia scintilla di disobbedienza.

Cercati!
Dentro pesanti strati di broccato,
nelle labbra sottili,
negli strascichi antichi
che chiudevano la bocca e bloccavano le mani

Scheggia impazzita
di un incompiuto divenire.
© Patrizia.M.

Lilith – Opera di Osvaldo Contenti

4 risposte a “Lilith

  1. Pingback: Sono una donna (Joumana Haddad -1970- Libano) | Il mio angolo

  2. Condivido le due precedenti risposte, perchè credo veramente che l’adolescenza sia: “l’età dell’oro”. Grazie per queste stupende e luminose parole!

  3. Si sposa perfettamente all’opera in questione, così piena di luce e molto originale. Complimenti per saper esprimere in versi superbi concetti profondi.
    Ciao e buona serata

  4. mi fa ricordare gli anni della mia adolescenza!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...