Il colore del nulla


Riluce la città
mistificando i muri
con passate di bianco.

Avevi ragione tu,
angelo smarrito

che prima di me
passasti sotto la vite

Avevi ragione e non ti ho creduto.

Ma ora tocco la tua schiena
e sul colore del nulla

esco di scena.

© Patrizia.M.


3 risposte a “Il colore del nulla

  1. Pingback: Dalla finestra | Il mio angolo

  2. Sono tornato a rileggere questa poesia: l’altra volta risposi soltanto al commento che avevi lasciato da me.
    Il tema dell’angelo mi ha sempre affascinato, anche io ho ho scritto qualche poesia con angeli protagonisti, li vedo come una sorta di collegamento tra cielo e terra, tra corso naturale della realtà e sua infrazione.
    Carmine

  3. Ciao.
    Ti ringrazio per le numerose ambagi preparatorie con le quali hai introdotto il tuo parere. Dimostrano la tua delicatezza e cortesia. Ad ogni modo, non mi offendo assolutamente, anzi. I commenti positivi fanno sempre piacere, ma sono quelli “negativi”, quelli di correzione, che fanno crescere e migliorare.
    Sarò sincero: “ivi persisterà” è un verso aggiunto all’ultimo momento, e, come spesso accade per le aggiunte dell’ultima ora, non si è rivelato la migliore delle scelte. Nel riprendere tra le mani per la pubblicazione sul blog una poesia che scrissi circa tre anni fa, ho reputato opportuno indugiare ancora un po’ sull’Inverno, e così è nato l’innesto. Prima che ci pensassi, la montagna era ancora fredda, invece di essere altera. Ma quest’ultima modifica, invece, la considero riuscita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...