Solitudine (P.P.)


Parole in controluce,
fragili sagome di carta
imbevute d’acqua

E tu che dici che è morte
non esser compresi
mi lasci il senso disperso

di una nota stonata.

© Patrizia.M.



3 risposte a “Solitudine (P.P.)

  1. Un lamento ben descritto, anche se mi arriva triste.

  2. Ascoltare distrattamente note di un’ orchestra che suona solo per noi, e
    non sentire l’emozione che ci sfiora il cuore.
    Ti abbraccio

  3. leamichedelsabato

    a volte è davvero morte quel non essere compresi, che fa sentire nel cuore una solitudine incolmabile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...