Il respiro del mare


Guardavo l’oceano, lo guardavo danzare in quel suo movimento altalenante, quasi prevedibile, rimanendo in attesa di qualcosa che sentivo doveva arrivare.

Percepii la sensazione del suo respiro nell’attimo stesso in cui lo vidi nascere: quell’ improvviso cambio di ritmo in cui il movimento si fa strano, il blu si gonfia sempre di più, s’innalza… e non puoi fare a meno di armonizzare il tuo respiro al suo, fino a quando l’aria non entra più nei polmoni.

E’ allora che il mare comincia a sospirare, liberando la vita nell’onda che avanza sempre più: decisa, bellissima, pura forza ed energia.
L’onda maestosa s’avvolge su se stessa con un movimento morbido, pieno di grazia e delicatezza.
Il blu non è più blu, si riempie dell’azzurro del cielo d’estate, del bianco delle nuvole più soffici, di pagliuzze dorate piovute dal sole.
Si libera il sospiro infrangendosi sugli scogli, innalzandosi con un grido gioioso e potente, in un’esplosione di frammenti di cristallo e con esso il mare abbraccia il cielo e chi con emozione ha sospirato con lui.

Di quell’istante che riempie gli occhi e l’anima, rimane un frizzante e allegro candore che si espande come il sorriso sul viso.
E tu rimani lì, senza fiato, ad aspettare il prossimo sospiro.
(Canarie- 2005)

© Patrizia M.


Una risposta a “Il respiro del mare

  1. ma che meraviglia,
    io che vivo sul mare ne sento tutta la grandezza e la magia delle tue parole…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...