Il profumo delle fragole e la tenda verde


Arrivava all’improvviso durante gli ultimi giorni di scuola. Entravo in casa e prima ancora di saltellare in cucina, ne avvertivo l’odore: morbido, allegro come il riflesso della luce solare filtrata dalla tenda verde del balcone.
Quello era il segnale: quel profumo mi avvisava …mi portava la felicità dei giorni spensierati, dei giochi in cortile, delle corse in bici.
Mia madre sembrava intuirlo e abbinava sempre questi due riti: le fragole e la tende verde.

Mi sedevo e mangiavo lentamente, prendendo tempo, pregustando l’attimo in cui quel profumo si sarebbe trasformato nel colore e nel sapore della felicità.
Mi rifiutavo sempre di mangiarle a tavola; era quello l’unico momento in cui la regola del “si mangia composti” veniva allegramente infranta. Ulteriore segnale dell’imminente libertà

M’immergevo nella luce verde del balcone e con la prima fragola, esplodeva l’estate.

2 risposte a “Il profumo delle fragole e la tenda verde

  1. Pingback: Primo dicembre | Il mio angolo

  2. Che giostra di sensazioni, che intenso profumo quelli che hanno ravvivato in me dolci ricordi. La bellezza del tuo album di mi ha davvero emozionata.
    Vorrei che il tempo delle fragole, della semplicità e della fanciullezza entrasse
    per sempre tra le parole dei tuoi fiori.

    Ti abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...